• -

Capire il Risultato del Test DNA di Paternità

L’ultimo passo da svolgere nell’effettuare l’esame di paternità è quello di capire il vostro risultato del test del DNA. Nella maggior parte dei casi il vostro esame di paternità vi darà risultati conclusivi. I vostri risultati vi indicheranno che il padre presupposto è stato escluso dall’ essere il padre biologico del figlio. Oppure troverete indicato che il padre presunto non può essere escluso dall’essere il padre biologico del figlio’.

La maggioranza degli esami DNA di paternità oggigiorno sono basati sull’analisi di 15 loci genetici, che sono analizzati separatamente per ottenere quello che si chiama un Indice di Paternità. Ognuna di questi indici saranno poi integrati in un unico Indice di Paternità Combinata.

Cose’e L’indice di Paternità Combinata?

L’Indice di Paternità Combinata viene espresso in termini di percentuale di probabilità, e rappresenta la probabilità statistica che il padre presunto sia il padre biologico del bambino. I test di paternità del DNA moderni possono dare risultati che hanno una probabilità del più del 99.99% di conferma che il padre presunto sia il padre biologico del bambino. Nel vostro referto troverete indicato sia L’indice di Paternità, sia l’Indice di Paternità Combinato.

Una volta arrivati al laboratorio, i profili del DNA saranno estratti dai campioni di saliva. In particolare, si analizzano particolari regioni del DNA chiamati ‘locus’, plurale ‘loci’, che variano in lunghezza da persona a persona. Il test del DNA analizza 16 di queste aree. Studi di questi loci specifici hanno rilevato l’esistenza di molteplici diversi frammenti (chiamati alleli) associati ad ogni locus nella popolazione generale.

Il vostro referto vi indicherà ciascuna delle 16 loci analizzate per ogni persona partecipante al test. Ogni individuo ha due copie di un cromosoma, uno ereditato dalla madre e uno ereditato dal padre. Per ogni locus, troverete due numeri rappresentante la lunghezza delle allele particolari ritrovate in quell’area particolare del DNA. La presenza o meno di una relazione biologica viene espresse in termini della corrispondenza fra la presenza di alleli di simile lunghezza nel DNA del padre a quelli del figlio/figlia.

Quindi, per esempio, se nel DNA del figlio si identifica la presenza di due allele configurate come 16, e 19, e la madre ha due allele configurate come 16 e 18, quindi si può presumere che il figlio abbia ereditato l’allele configurata come 16 dalla madre, e quella configurata come 19 dal padre. Quindi il padre presunto che ha partecipato nel test deve avere anch’esso l’allele

19 nel suo DNA perche si possa confermare che sia il padre biologico del figlio. Le allele nel DNA del figlio vengono comparate alle allele ritrovate nel DNA del padre presunto per ogni locus analizzato. Per essere confermato come il padre biologica del figlio, si devono trovare allele identiche per ogni locus analizzate.

Come spiegato qua sopra, l’Indice di Paternità è ottenuto per ogni locus, e l’Indice di Paternità Combinata viene usata per calcolare la ‘probabilità dell’esistenza di una relazione biologica’, in altre parole la probabilità in termini di percentuali che un uomo con le allele particolari ritrovati nel DNA del padre presunto sia il padre biologico del bambino, comparato ad un uomo scelto a caso della stessa razza. Questo percentuale di probabilità vi sarà rappresentata nel vostro referto.

La Percentuale di Probabilità

Se la Percentuale di Probabilità e del 0%, questo significherà che il DNA del padre presunto non corrisponde con il DNA del figlio, e questo verrà quindi escluso dall’essere il padre biologico. Se si ritrovano un numero abbastanza grande di corrispondenze fra il DNA del figlio e quello del padre, allora i risultati indicheranno con quale percentuale di probabilità è possibile indicare che il padre presunto sia il padre biologico del figlio. Queste percentuali spesso raggiungono livelli superiori al 99.99% di probabilità. Se avete ulteriori difficoltà nel risultato dell’esame di paternità, potete rivolgervi al servizio di supporto dell’agenzia da cui avete ordinato il test.


Cerca